Dacia Jogger 2022
A proposito di...
A proposito di...
27 maggio 2022

rincari: adesso si esagera!

Lo scorso gennaio Dacia introduceva in Italia la nuova Jogger.
Un'auto molto interessante per rapporto spazio/contenuti.
Una 5/7 posti piacevole e anche ben costruita.
 
Il prezzo di partenza del listino? 14.650 euro.
 
Esattamente cinque mesi dopo, maggio 2022 lo stesso modello costa 16.250 euro.
 
Ben 1600 euro in più!
 
Il motivo ufficiale del rincaro? Aumento materie prime.

Eh, no. Io non ci sto.
 
Non è possibile che un modello appena introdotto sul mercato risenta già dei rincari delle materie prime, perché un minimo di pianificazione costi e numeri sarà stata pur fatta.
E non è possibile che dopo soli 5 mesi ci sia un aumento tanto importante.
Tra l’altro quando il ferro non è più ai massimi!

Ricordiamolo il costo del ferro: il suo picco massimo l’ha avuto a giugno 2021 con 241 dollari/ton per poi calare a novembre 2021 sotto i 100 dollari. Attualmente è a 150. Quindi non è assolutamente fuori mercato, e a luglio 2019 era a 120 dollari.
 
Inoltre bisogna tenere presente che meno di un anno fa, solo a luglio 2021, chi voleva una Dacia con contenuti simili, li trovava nel modello Logan MCV che veniva proposta a 9.100 euro!!! Quindi a 5.550 euro in meno!
Insomma, ad essere cattivi Dacia ha picchiato davvero duro e c'è chi dice che sia stato il Ceo di Renault a cui Dacia appartiene a voler alzare i valori per fare più cassa. 
 
Dacia, attenzione, non è la sola ad avere aumentato i prezzi in modo esponenziale. Ricordiamo sempre il salto della Golf da 17 a 27 mila euro.
 
Il punto è che questi rincari non sono accettabili.
 
Tra l’altro in un momento in cui lo Stato incentiva, indebitandoci sempre di più, e iniziando a svendere beltà (come le nostre coste) per dare un aiuto a chi diciamolo, vuole solo guadagnare sempre di più, tra l'altro non per condividere ma solo per sè. 

 

Lascia un commento: