Citroen C5 aircross hybrid plug in
A proposito di...
A proposito di...
7 novembre 2019

luci blu, ibridi plug in e zero limitazioni

Nelle città, ormai si sa, non tutti han diritto di libera circolazione.  
 
Ciò sta portando molti a ben analizzare il prossimo acquisto.
 
Acquistando un ibrido plug in, che permette di muoversi solo in modalità elettrica per almeno una trentina di chilometri, si dovrebbe stare più al riparo da eventuali ulteriori limitazioni che prendendo una benzina o una ibrida.
 
Fino ad oggi le ibride plug in sul mercato non segnalano quando vanno elettriche o quando si muovono in modalità ibrida o solo con motore a benzina.
 

Presto però ciò cambierà e farà la differenza. 
 
Citroen sulla sua nuovissima C5 Aircross Hybrid plug in introduce un retrovisore interno fotocromatico dotato di un indicatore di guida in modalità 100% elettrica. In questo modo, quando il veicolo viaggia in modalità Elettrica (ZEV), accende una luce blu sotto il retrovisore centrale, ben visibile dall’esterno, che permette di farsi identificare nella circolazione come un veicolo che viaggia in modalità ZEV. 

Questo elemento specifico, permetterà ai conducenti di Nuovo SUV C5 Aircross Hybrid di avere un accesso facilitato alle zone a traffico limitato dei centri  urbani ma soprattutto permetterà ai "controllori" di fare delle distinzioni e quindi…fermare chi non ha la mobilità al 100% elettrica. 


Citroen C5 Aircross Hybrid ha un motore a benzina da 180 cavalli abbinato a un motore elettrico da 110 cavalli per un totale di 225 cavalli. Il cambio è automatico a 8 rapporti. La batteria agli ioni di litio è da 13,2 kWh e permette di camminare in modalità elettrica per più di 40 km. Quando si ricarica la batteria con la presa domestica da 8A e caricatore da 3,7 kW ci vogliono 7 ore. Scendo a 2 ore con wall box da 32A e caricatore opzionale da 7,4 kW.

 

Le prime consegne avverranno alla fine del primo semestre 2020. I prezzi partono da poco più di 41 mila euro, di certo non pochi ma la libertà si sa ha sempre un suo prezzo! Peccato che si debba pagare solo per stupidità politica e ignoranza. Perchè se non ci fosse politica stupida e ignoranza basterebbe per circolare una diesel o una benzina senza elettrificazione spinta che costerebbe qualcosa come 7 mila euro in meno!!! E anche l'ambiente ringrazierebbe perché ci sarebbe una batterie in meno da produrre, da smaltire... Ma anche ci sarebbe un motore in meno da fare perchè su queste auto due ce ne sono. Per non parlare del rame per i cavi, pesanti e grandi... 

Lascia un commento: